Giappone

10 differenze tra Italia e Giappone

Quando si va per la prima volta in Giappone, non si potrà fare a meno di notare che, anche nelle usanze e nei modi di fare dei Giapponesi, vi sono molte differenze rispetto a noi Italiani. Vi sono cose che per noi sono talmente strane da strapparci sicuramente un sorriso, o da farci rimanere a bocca aperta. In questo articolo vi voglio raccontare delle 10 differenze più comuni tra Italia e Giappone. Prendetelo anche come un piccolo “manuale delle buone maniere” da tenere in suolo nipponico per non sembrare dei turisti maleducati.

1.Saluti

L'inchino come forma di saluto
L’inchino come forma di saluto

Sicuramente una delle prime differenze che noterete in Giappone è proprio il modo in cui ci si saluta. Infatti in confronto a noi occidentali che normalmente usiamo la classica stretta di mano o (per noi Italiani in particolare) il bacio sulla guancia, in Giappone i contatti fisici sono ridotti al minimo. Per salutarsi o ringraziare qualcuno si usa l’inchino in segno di rispetto. Più “profondo” è l’inchino, maggiore sarà il rispetto nei confronti di chi lo riceve. Quindi se dovete presentarvi a qualcuno in Giappone, ricordatevi di mantenere le distanze per non creare imbarazzo nei confronti di chi vi è davanti.

2. Locali e Cibo

Il buonissimo cibo Giapponese
Il buonissimo cibo Giapponese

In Giappone, la varietà di prodotti gastronomici è davvero incredibile. Una delle cose che più mi mancano quando torno da un viaggio è proprio il cibo. La cucina giapponese mi ha letteralmente rapita il cuore, nonostante io non mangi assolutamente il pesce. Si possono gustare piatti prelibati pagando davvero poco, oppure concedersi costosissime cene a base di carne di Kobe in eleganti ristoranti in cima ad un grattacielo. In ogni caso sappiate che a differenza dell’Italia, in quasi tutti i ristoranti prima di entrare dovrete aspettare il vostro turno in fila. Fare rumore mentre si mangia non è assolutamente maleducazione, sopratutto per bere il brodo. Questo perchè, in Giappone, soffiare sul cibo è visto come cosa poco educata (soffiare sul cibo potrebbe in qualche modo contaminarlo). Quindi la zuppa, il brodo o il Ramen va “risucchiata” anche se ha 8000 gradi, producendo quel rumore che fa rabbrividire un italiano. Inoltre nei locali, il coperto è sempre gratuito, così come anche l’acqua o il Té.

3. Servizi Igienici

Indicazione dei servizi igienici in Giappone

Ovunque andrete, troverete sempre i bagni perfettamente in ordine, pulitissimi e super tecnologici. Perfino nelle stazioni dei treni o delle metro, nelle ore di punta, ho mai trovato i servizi nelle condizioni disastrose in cui spesso li troviamo quì da noi. A migliorare la vostra esperienza mistica nei bagni giapponesi, sarà quasi sempre la presenza della magica tavoletta riscaldata e del pratico cursore, che vi permetterà di usufruire dei vari tipi di bidet e della musichetta tattica per coprire i rumori molesti XD

4. Mascherine

L'uso delle mascherine in Giappone
L’uso delle mascherine in Giappone
Photo by Jérémy Stenuit on Unsplash
L'uso delle mascherine in Giappone

Sicuramente avrete notato che un gran numero di giapponesi, ogni giorno, indossino una mascherina. Molti potrebbero pensare che sia a causa dello smog delle grandi città, ma in realtà il motivo è molto differente. I giapponesi indossano la mascherina al primo accenno di raffreddore o malessere, in modo da non contagiare gli altri. Infatti in luoghi molto affollati come nei treni o nelle metro nell’ora di punta, il rischio di un contagio di massa sarebbe molto alto. Questo è sicuramente un segno di grande rispetto e civiltà. Negli ultimi anni inoltre il mercato delle mascherine è aumentato in maniera esponenziale, facendole diventare un vero e proprio accessorio alla moda. In moltissimi negozi si possono trovare dalle classiche mascherine monouso bianche a quelle colorate e decorate o di brand di lusso.

5. Fumo

Il Giappone, a volte, è un pò il paese dei controsensi. A testimonianza di ciò troviamo, ad esempio, le leggi sul fumo. Infatti, in Giappone non è vietato fumare nei locali (non in tutti almeno) ma è vietato fumare per strada. Nella maggior parte dei locali, infatti, è ancora possibile fumare tranquillamente al tavolo, ma guai a fumare per strada o nei luoghi affollati (stazioni, metro, parchi, ecc). Questo perchè oltre al gran numero di persone che si possono incontrare agli incroci o camminando sui marciapiedi, anche molti bambini vanno e vengono da scuola da soli, e in mezzo a tutto quel trambusto, il rischio di ferire al volto un bambino è davvero molto alto. Per questo motivo, se siete dei fumatori, dovrete per forza recarvi all’interno di aree apposite che troverete per la strada. Anche nei parchi spesso adibiscono delle zone apposite (solitamente dei Gazebo), sopratutto durante i vari Matsuri (festival).

6. Soffiarsi il naso

Photo by Kelly Sikkema on Unsplash

Parlavamo prima di suoni che solitamente fanno rabbrividire un italiano e questo non è da meno. In Giappone, sicuramente vi capiterà di sentire che un sacco di persone tirano su con il naso invece di utilizzare un fazzoletto. Questo perchè soffiarsi il naso e fare rumore nel buttar fuori il tutto, è considerata maleducazione. Quindi se vi dovesse capitare di essere raffreddati in Giappone, sopratutto nelle zone più affollate, cercate di non fare troppo rumore ed essere discreti nel soffiarvi il naso.

7.Treni silenziosi e sonnellini

I treni silenziosissimi in Giappone
I treni silenziosissimi in Giappone
Photo by Jezael Melgoza on Unsplash

I giapponesi hanno dei ritmi lavorativi davvero pesantissimi che li portano allo sfinimento. Quindi approfittano di ogni momento possibile per riposarsi, sopratutto in treno vi capiterà di vederli appisolati in ogni posizione possibile, perfino in piedi. I treni e le metro solitamente sono molto silenziose, anche nelle ore di punta, proprio nel rispetto di chi ha bisogno di riposare. Ricordatevi quindi, di parlare a bassa voce e di non utilizzare il telefono.

8. Mezzi di trasporto

 I velocissimi e puntualissimi Shinkansen in Giappone
I velocissimi e puntualissimi Shinkansen in Giappone
Photo by Victoriano Izquierdo on Unsplash

In Giappone, i mezzi di trasporto sono l’eccellenza del paese, sempre puliti, in ottimo stato e puntualissimi! In particolar modo i treni spaccano letteralmente il secondo. Ovvio, qualche ritardo può capitare, ma è un evento decisamente raro. Lo Shinkansen, ad esempio, ha un ritardo medio annuo di 18 secondi! Nel caso in cui in treno dovesse malauguratamente avere un ritardo di qualche minuto, il personale passerà di carrozza in carrozza a scusarsi personalmente per l’accaduto. Se invece il ritardo dovesse superare i 10 minuti, avrete diritto ad un cartellino di scuse della compagnia, da presentare al lavoro come giustificazione per il vostro ritardo. Beh che dire? Trovate qualche differenza con l’Italia? XD

9. Scale mobili

Scale mobili di Omotesando, famoso quartiere di Tokyo
Scale mobili di Omotesando, famoso quartiere di Tokyo
Photo by Ivy Barn on Unsplash

Le scale mobili in Giappone, vanno per la maggiore. Le troverete letteralmente ovunque, nelle stazioni, nei centri commerciali e anche nel bel mezzo della città. Pensate che, il Giappone, precisamente a Kawasaki, detiene addirittura il Guinness World record per le scale mobili più corte del mondo: appena cinque gradini! Ma una delle cose che noterete per prima in Giappone, è l’ordine con il quale i Giapponesi le utilizzano. Infatti vi è una sorta di legge non scritta che “impone” di sostare sulla sinistra. Questo perchè la parte destra è designata a coloro che sono di fretta e non hanno tempo di aspettare. Dopotutto, sopratutto nelle grandi stazioni, l’afflusso di gente, sopratutto nelle ore di punta è davvero consistente, e se non ci fosse questa regola la situazione sarebbe ingestibile per chi è di fretta. Quindi, ricordatevi di utilizzare la scale mobili stando sempre sulla vostra sinistra per non intralciare chi va di corsa. C’è una città che però va al contrario ed è Osaka, dove bisogna sostare alla vostra destra.

10. Buone maniere a tavola: Le bacchette.

Il sushi in Giappone

Abbiamo parlato prima di alcune cose che si possono fare mentre si mangia, ora invece analizziamo un pò nel dettaglio le cose da evitare accuratamente. La cosa fondamentale è l’utilizzo corretto delle bacchette. Per prima cosa, non incrociarle mai, non puntarle mai contro nessuno e non giocarci. Quando finisci un pasto, riposa le bacchette in orizzontale sul posabacchette. MAI lasciarle conficcate nella ciotola del riso perchè così facendo, ricordano i bastoncini di incenso che si utilizzano nei funerali o comunque per ricordare i defunti. Insomma è maleducazione! Così come scambiarsi il cibo direttamente con le bacchette. Non fatelo! Per terminare, il sushi si mangia in un solo boccone. Se non riesci, puoi morderlo e continuare a tenerlo vicino alla bocca con le bacchette. Non si rimette un sushi mezzo mangiato nel piatto.

Ricordati che viaggiare con un’assicurazione sanitaria è INDISPENSABILE. Qui la puoi acquistare al miglior prezzo!

Leggi anche:

Kyoto in tre giorni.

3 Gite da fare in giornata da Tokyo.

8 posti da vedere assolutamente la prima volta a Tokyo.

Vi lascio in seguito alcune guide da portare con voi e che sicuramente vi aiuteranno nei vostri primi viaggi in Giappone.


Quì troverete qualche idea per il vostro viaggio:

Ciao, mi chiamo Sabrina e sono una ragazza italiana di 30 anni inguaribile sognatrice, amante dei viaggi e della cultura asiatica.

6 commenti

  • Claudia

    Il Giappone è un paese che mi affascina moltissimo, ma ancora non ho avuto modo di andarci! E’ stato davvero interessante leggere queste curiosità alcune delle quali non conoscevo proprio come la questione del fumo per strada e nei locali

    • Sabrina Lettiero

      Il Giappone è così: Un alternanza costante di curiosità e differenze culturali che lo rendono, a mio avviso, ancora più affascinante. Se ne avrai l’occasione ti consiglio davvero con il cuore di visitarlo, non ti deluderà 🙂

  • Valeria

    Adoro questi approfondimenti degli aspetti più “culturali” di una destinazione, perchè, in fondo, viaggiare per me è proprio questo: scoprire culture diverse dalla mia.
    Aggiungo una nota particolarmente “a tema” in questi giorni: chissà che la moda delle mascherine non si diffonda anche da noi

    • Sabrina Lettiero

      Sono perfettamente d’accordo con te! Viaggiare è anche scoprire gli usi e costumi di culture totalmente diverse dalle nostre. Un aspetto dei nostri viaggi che ci arricchisce di esperienze ed emozioni.

  • marina lo blundo

    Mi piacerebbe tanto visitare il Giappone. E’ una terra molto contraddittoria, nonostante l’apparenza di ordine e disciplina. A me piace molto l’aspetto della cultura del té e di tutto quello che ci gira intorno: è un mondo bellissimo, ed è anche questa una differenza rispetto all’Italia che invece una cultura del té non ce l’ha.

    • Sabrina Lettiero

      Hai perfettamente ragione. La cultura del tè in Giappone e la sua ritualità è davvero meravigliosa. Assistere alla cerimonia del tè in una casa tradizionale, è un’esperienza da fare assolutamente almeno una volta nella vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *